Lions vs Rhinos 2018 Stefano Napolitano

Derby lombardo, i Rhinos mettono a segno un’altra vittoria

Ufficio Stampa Featured, Prima Divisione Leave a Comment

E sono tre, tre vittorie nelle ultime tre partite, con i Rhinos che stavolta sbancano per 47 a 33 l’home field dei Lions Bergamo e volano al quinto posto solitario in classifica.

Ancora una volta la prestazione l’ha fatta l’attacco, Ellison un po’ meno preciso del solito (solo 17 completi su 30 lanci), ma molto prolifico, con 207 yards e 2 touchdown pass, e nel completto una total offense che sfiora le 400 yards (386 per la precisione), grazie anche al running game che ha collezionato un netto di 179 yards, quasi equamente distribuite tra Ellison, Napolitano, Gogat e Gerges.

La difesa ha faticato più del previsto, concedendo ben 300 yards di passaggio a Fimiani, la cui maggioranza è stata realizzata su screen pass per Morris e Bonzanni, che con un totale di 10 ricezioni, hanno messo a statistica 293 yards di ricezione, oltre a 2 touchdown a testa.

Solo nella seconda frazione di gioco la difesa neroarancio è riuscita a limitare i danni, riuscendo a mandare i Lions due volte consecutive al punt e, nell’ultimo drive, riuscendo a spegnere i tentativi orobici fermando un quarto down.

I Rhinos hanno praticamente rinunciato a Napolitano in difesa, utilizzandolo quasi esclusivamente in attacco, con un profitto di 48 yards su corsa (e 2 touchdown) e 31 yards su passaggio, oltre che alle innumerevoli azioni nelle quali ha aperto i buchi ai suoi halfback Gogat e Gerges.

Migliora di partita in partita l’intesa di Ellison coi suoi ricevitori, Elmi e Bonanno sul lungo sono micidiali, con una ricezione da touchdown a testa, e Arioli sul medio-corto è sempre una garanzia, con 7 ricezioni per 77 yards. Sul passing game c’è spazio ovviamente anche per Napolitano e per il giovane Guillet.

Ora per i rinoceronti arriva il match del possibile record positivo, a Pesaro infatti, contro UTA, i Rhinos potrebbero mettere a segno la quarta vittoria consecutiva e consolidare la propria presenza nella zona nobile della classifica, affrontando poi con più serenità il tour de force finale che li vedrà opposti a Giants, Seamen e Panthers.

Lascia un commento