post

Roberto D’Ambrosio nuovo Head Coach dei Rhinos Milano

Un gradito ritorno nel coaching staff dei Rhinos con Roberto D’Ambrosio che torna, dopo 6 anni, a ricoprire la carica di head coach della squadra nero arancio.

D’Ambrosio aveva cominciato nel coaching staff milanese nel 2009 come Defensive Coordinator, carica ricoperta anche nel 2010 prima di diventare capo allenatore per le stagioni 2011 e 2012. Il 2012 in particolare è stata la stagione che ha visto i Rhinos ritornare ai playoff della massima serie dopo 15 anni di astinenza.

Un head coach dal passato nero arancio al 100%, perchè D’Ambrosio è stato anche linebacker nelle fila dei Rhinos Milano fin dai suoi esordi. Al suo attivo ha anche tre convocazioni in nazionale ed è stato leader nei sack per due anni consecutivi in Serie A. Una carriera da giocatore che lo ha visto in campo ininterrottamente dal 1981 al 1995 disputando anche due Italian Bowl (1992 e 1994) il primo contro i Lions e il secondo contro i Frogs, con un record di 1 vittoria e 1 sconfitta.

Allenatore carismatico e molto amato dai giocatori, D’Ambrosio avrà il compito di riportare i rinoceronti a contendersi il titolo italiano, conquistato nel 2016 e sfuggito di soli 8 punti nella stagione scorsa.

Nei prossimi giorni il nuovo head coach definirà il coaching staff per la stagione 2018 e comincerà il suo incarico.

post

Due nuovi atleti import alla guida dell’attacco e della difesa Rhinos

Kevin Ellison

Grandi novità nel roster dei neroarancio, dopo 3 anni fantastici agli ordini di TJ Pryor il nuovo QB milanese sarà Kevin Ellison proveniente da Georgia Southern University (NCAA Div I FBS).
Dopo il tentativo di riportare TJ, che per ragioni professionali ha dovuto declinare, la scelta é caduta sul talentuoso atleta degli Eagles, che ha messo insieme dei numeri di pregio, giocando spesso contro corazzate come Florida o Arkansas: 35 touchdown su corsa e 19 su passaggio, questa la ricca dote che Ellison porta all’attacco milanese.

Per i piu’ curiosi ecco alcuni highlights e le statistiche di Kevin a Georgia Southern

Statistiche → http://stats.ncaa.org/player/index?game_sport_year_ctl_id=12424&stats_player_seq=1351280.0

Con un giocatore così atletico ed elettrizzante la minaccia sarà costante sia su terra che nel gioco aereo. Il backfield offensivo sarà nelle mani di Querzola e Gogat, che hanno fatto cose egregie nella passata stagione. Cira tornerà invece ai Warriors dopo le belle cose messe in mostra l’anno scorso. La batteria dei ricevitori sarà invece piu’ agguerrita che mai, guidata come sempre dal Golden Boy Gabriele « Gabo » Arioli.

Tornando ad Ellison é a davvero impressionante la lista dei riconoscimenti ricevuti, eccoli:

  • 2016 – All-Sun Belt Honorable Mention
  • 2014 – All-Sun Belt Conference Second Team
  • 2014 – All-Sun Belt Conference Third Team (CollegeSportsMadness.com)
  • 2014 – All-Sun Belt Conference Second Team (Phil Steele)
  • 2013 – All-SoCon Freshman Team

Decimo giocatore assoluto per numero di Touchdown nella storia liceale in Georgia, davanti a lui al nove posto, un tale Herschel Walker!

Questi gli highlight del liceo
https://www.hudl.com/video/3/43844/5721a9244df6124b70d7f7b8

Matt Conroy

Il nuovo playmaker difensivo dei Rhinos é invece Matt Conroy, giocato con esperienza europea maturata in Germania nel 2016 e nei Giaguari Torino lo scoro campionato, quando ha messo in mostra numeri e doti interessantissime.

Giocatore particolarmente serio, duttile ed intelligente puo’ essere allineato come LB interno, esterno o come strong safety.
Nella sua avventura piemontese é stato autore di diversi placcaggi (62.5) ai danni giocatori avversari, dei quali, ben 61 sono stati tackle for loss. Conroy nella scorsa stagione è stato anche leader statistico per il numero di intercetti, ben 5.

Sia le lunghe chiaccherate con Matt che i commenti raccolti dalle persone che hanno giocato con lui hanno convinto la dirigenza Rhinos della sua grande leadership e disciplina. Requisiti essenziali per perseguire gli obiettivi ambiziosi dei nero-arancio per la prossima stagione di Prima Divisione.

Prima di venire in Italia Matt ha giocato per il college di Salve Regina, nei suoi due anni con I Seahawks Matt ha messo a segno un numero considerevole di sack, placaggi ed intercetti ad ulteriore conferma della sua versatilita.
A seguire le statistiche di Matt con i Giaguari e con Salve Regina ed alcuni highlights del nuovo innesto meneghino.
Statistiche →

Dopo la recente ripresa degli allenamenti e l’annucio dei due nuovi atleti USA I Rhinos hanno ufficialmente dato inizio alla stagione senior 2018. A breve altre news sul giocatore con doppio passaporto e sul coaching staff meneghino.

post

Riprende l’attività della prima squadra: tutti convocati l’8 novembre

I Rhinos Milano tornano in campo, dopo la pausa estiva la prima squadra torna in campo per l’inizio della stagione agonistica che porterà al campionato di Prima Divisione 2018 con rinnovata energia e voglia di migliorare il risultato della stagione precedente, terminato con una sconfitta nell’Italian Bowl dopo due anni di imbattibilità in campionato.

L’appuntamento è per mercoledì 8 novembre nel nuovo centro sportivo del quartiere Figino (Milano Municipio 7) in via Molinetto 64 alle ore 20.30, dove si stanno già allenando da settembre i ragazzi delle formazioni juniores.

La prima parte della ripresa dell’attività sarà aperta anche ai nuovi atleti che vorranno provare ad entrare nel team.

post

Rhinos cadono sul più bello, Seamen campioni

Allo Stadio Romeo Menti di Vicenza va in scena il 37° Italian Bowl col derby tra Seamen e Rhinos che ha visto alla fine i marinai trionfare sui rinoceronti aggiudicandosi il loro 3° scudetto della storia.

ITALIAN BOWL XXXVII

Seamen Milano – Rhinos Milano 37-28
(9-7; 14-7; 7-0; 7-15)

RECAP

a partita non comincia sotto i migliori auspici per i campioni in carica, Three-And-Out e Safety su pessimo snap che finisce direttamente nella End-Zone per il 2-0 Seamen che al 1° drive offensivo puniscono i Rhinos, l’attacco arriva sulle 44 dei rinoceronti, 1° e 10 e l’asse Zahradka-Horn colpisce, lancio perfetto del QB oriundo, grande catch del WR americano per il 9-0 Marinai dopo 4’.

L’attacco Rhinos inizia carburare, da un lancio completo di TJ per Elmi i Rhinos escono da un 3° e 7 dalle proprie 7, le corse di Ricciardulli e Pryor portano l’ovale sulle 10 Seamen; prima corsa di Nick da 9 yards, 2nd & Goal, il 2° tentativo è quello buono per Nick “The Fury”, Touchdown Rhinos con Extra-Point buono per il 9-7.
Three-And-Out per i Seamen, tocca ai Rhinos che devono fronteggiare un delicato 4° e 2 sulle 50, coach Ault decide di giocare ma all’ultimo chiama Time-Out per giocare il Punt.

I marinai salgono il campo con un ottimo screen per Horn (15 yards) e le corse di Bonaparte arrivando fino 35 Rhinos e nuovamente l’asse Zar-Horn ferisce i rinoceronti col TD del 16-7.
L’attacco nero-arancio non gira, Tommaso Finadri costretto a restare fuori e l difesa fluo ne approfitta, il punt di Storti è molto corto e a 6’10” dall’intervallo i Seamen hanno la palla sulle 45 Rhinos.
Una penalità per comportamento anti-sportivo aiuta i Seamen alla causa facendoli arrivare sulle 30 nero-arancio, su 3° e 5 End-Around di Horn che viene fermato sulle 5 yards. Ai marinari basta il 2° tentativo con na corsa di Danilo Bonaparte per la segnatura che vale il +17 (23-7).
Ultimo minuto del 2° quarto e ultimo assalto Rhinos, Screen per Nick che sguscia via alla difesa per 47 yards portando l’offense sulle 29 yards dei Seamen con 35” da giocare, 3° e 7 e TJ Pryor disegna una parabola perfetta per Gabriele Arioli che riesce in salto a catturare l’ovale per il Touchdown del 14-23, punteggio col quale le squadre andranno negli spogliatoi.

La ripresa comincia con possesso Seamen ma è Three-And-Out con un ottima difesa nero-arancio, i Rhinos arrivano sulle 31 dei Seamen con un 3° e 9 da fronteggiare, TJ lancia per Pietro Elmi ma è incompleto…Coach Ault decide di giocare il 4° down, TJ lancia in End-zone su Arioli ma Maffi delfette all’ultimo, palla ai Seamen.
Zahradka orchestra un ottimo attacco arrivando al 1st & Goal ma una FLAG fa ripetere il down forzando i marinai al 2° e 20 con ovale sulle 21 Rhinos…un’altra FLAG, contro i Rhinos per Pass Intereference, aiuterà i Seamen a tornare sul 1st & Goal sulle 8 yards, il 3° tentativo sarà quello buono per una sneak di Luke Zahradka per il 30-14.

I Rhinos attaccano a testa bassa, TJ-To-Arioli e un’altra corsa di TJ portano l’attacco sulle 40 avversarie, 4° e inch sulle 31, si gioca…e Nick Ricciardulli sfonda la linea e va fino in fondo tenendo in vita le speranze nero-arancio sul 30-21.
La partita è nelle mani della difesa, 2° e 15 sulle 15 Seamen e Luke Zahradka uccide la partita: bomba da 85 yards per un liberissimo Fiammenghi che viene fermato ad una sola yard dall’End-Zone, 2nd & Goa e nuova sneak dello Zar.

Motto d’orgoglio dei Rhinos che con due bei lanci di TJ per Pietro Elmi arrivano dentro le 5 yards dei Seamen, 3° e 1 sulle 3 e TJ trova Gabo Arioli solo in End-Zone, si va per la conversione da 2 punti che va a segno sempre sull’asse TJ-Arioli, a 5’14” dalla fine punteggio sul 37-29.
Nuovamente la difesa è chiamata a fare la differenza, Zahradka per Fiammenghi vale il 1° down sulle 30, Bonaparte corre per 10 yards ma c’è una FLAG contro i fluo, quindi 1° e 20 con palla sulle 28….Zahradka lancia per Bonaparte, FUMBLE ma la palla rimane ai Seamen e questa sarà la giocata che spegnerà definitivamente le speranze dei Rhinos perché i Seamen passeranno il down e chiuderanno la partita.

post

Italian Bowl 2017: Rhinos Vs Seamen (Preview)

Ci siamo! Ultima partita dell’anno, l’Italian Bowl, i Rhinos Milano sono chiamati a difendere il titolo contro niente meno che i rivali di una vita, i Seamen Milano in quella che si preannuncia una partita dalle forti emozioni per laurearsi campioni d’Italian 2017 nel Campionato di Prima Divisione

ITALIAN BOWL

Rhinos Milano (10-0) Vs Seamen Milano (8-2)

📆  Sabato 8/7 ⏰  21:00 🏟  Stadio Menti (Vicenza)

Sabato alle ore 21 con diretta su FOX Sports (canale 204 del decoder di SKY) allo Stadio Menti di Vicenza sarà il derby della Madonnina a decidere chi sarà il Campione D’Italia 2017, Rhinos Milano contro Seamen Milano, una sfida infinita che sabato toccherà il suo apice; si tratta infatti del 1° derby di sempre per quanto riguarda il grande appuntamento, i Rhinos ci sono arrivati grazie al BYE conquistato con il 1° posto in Regular-Season (10-0) e battendo in Semifinale i Giants Bolzano, i marinai invece sono dovuto partire dalle Wild-Card battendo agevolmente i Giaguari per poi vincere in rimonta a Parma contro i Panthers.

Le squadre si sono affrontate solo una volta in questa stagione, alla Week #3 in quel di Pero con i rinoceronti vincenti grazie ad una superba prestazione di TJ Pryor, proprio il QB #10 sarà il bersaglio della difesa Seamen ma questa volta non sarà solo; oltre alla batteria Cira-Querzola-Gogat (15 TD-Run) Nick Ricciardulli sarà l’altro osservato speciale quando la palla non verrà lanciata, già 5 TD in 2 partite dal suo rientro.
Reparto “aereo” dei Rhinos che non potrà vantare di Giacomo Bonanno (Infortunio) quindi tutto sulle spalle del trio Arioli-Finadri-Elmi (18 TD in stagione).

Sarà una partita a scacchi perché se l’attacco Rhinos può vantare molte opzioni anche i Seamen non sono da meno, il gioco aereo è il punto forte dei Blu-Navy (che giocheranno con l’uniforme fluo vestita in BIG 6, ndr) col QB Luke Zahradka (23 TD-Pass per 2154 yards) pronto ad innescare i suoi due alfieri Chris Horn e Stefano Di Tunisi con quest’ultimo Go-To-Guy nella rimonta al Tardini.
Anche il gioco di corse non è da sottovalutare visto che i Seamen vantano un trio di prima fascia composto da Mattia Pezza, Danilo Bonaparte e Antonio Raffaele. Non ultimo il jolly Seamen per eccellenza, quel Paul Morant in grado di ricoprire praticamente ogni ruolo dal RB, al QB al WR.

Le parole dei protagonisti

UNIFORMI

INFO

I tifosi Rhinos presenti allo Stadio Menti sono invitati a vestirsi di arancione, i settori dedicati ai tifosi nero-arancio sono il C e D.

Oltre alla diretta TV su FOX Sports potrete seguire la finale col Play-By-Play offerto da Touchdwon Magazine CLICCANDO QUI

post

Rhinos all’Italian Bowl, battuti i Giants!

I Rhinos Milano partono male ma poi domina i Giants Bolzano con un TJ Pryor da 4 TD (1 Pass, 3 Run) staccando il biglietto per l’Italian Bowl dell’8 luglio a Vicenza.

SEMIFINALE

Rhinos Milano – Giants Bolzano 56-26
(14-14; 14-6; 14-6; 14-0)

L’inizio è shock per i campioni d’Italia in carica, al primO drive offensivo il braccio di Dustin Willingham è caldo, arriva nella Red Zone e al 1s5 & Goal sulle 10 lancia, la palla viene defletta dalla linea, Marcello Elmi ha la chance di intercettare l’ovale, la palla però è “sporca” e i #31 dei nero-arancio non riesce a completare la catch, Marco Bonacci è lesto a raccogliere la palla e a segnare il TD del 6-0 (EP no buono).
Tocca ai Rhinos, TJ e Nick salgono il campo ma ad un certo punto c’è un fraintendimento, la palla cade e Bryant Hayes recuperA la palla portandola in End-Zone per il 0-14 (Trasformazione da 2 punti a segno).

I padroni di casa finalmente entrano in campo e piazzano un break di 21-0 cn TD-Pass di TJ Pryor per Gabriele Arioli e poi due TD-Run firmati da  Nick Ricciardulli, dal -14 al +7 (21-14) ad inizio del 2° periodo di gioco. Durante il drive del 21-14 ottima catch di Tommaso Finadri su 4° e 10 con palla sulle 40 Giants, l’ex Panthers riceve e porta l’ovale fino alle 5 degli avversari!
Ma Bolzano non molla! Willingham trova prima Gregorio e poi Bonacci arrivando dalle sue 20 fino in Red Zone (9 yards Rhinos), al primo snap il QB americano trova Fabio Capodaglio, anche questa volta la trasformazione da 1 non riesce il la partita rima e viva sul 21-20…poi TJ!
Pryor sulle 35 Giants pesca il solito Finadri che prende il 1° down portando l’attacco sulle 25, TJ esce in corsa arrivando al 1st & Goal sulle 8 Giants, si arriva al 3rd & Goal, palla a Nick “The Fury” che trova un micro spazio per sgusciare via alla secondaria di Bolzano per il TD del 28-20, punteggio col quale le squadre andranno negli spogliatoi anche perché la difesa Rhinos forzerà ad un Four-and-Out gli avversari arrivati fino alle 20.

Si apre il secondo tempo con i rinoceronti in attacco, l’Offense arriva fino alle 18 dei Gianst quando, al 1° snap, TJ finta il consegnato per Nick ma è lui che esce sulla sinistra in scramble per il TD del 35-20!
La partita sembra indirizzata verso Milano ma i Giants ancora una volta non demordono grazie a diverse penalità riescono ad arrivare a 2 yards dalla Goal Line dei Rhinos, 4° Down, Mark Simone in posizione di QB , End-Around per Bryant Hayes che riesce a realizzare il Touchdown del 35-26, niente trasformazione perché la conversione da 2 punti non andrà a segno, Simone lancerà per Bryant che riceverà l’ovale..ma dopo che questi aveva rimbalzato per terra.
La gioia dei Giants dura poco, 1° e 10 sulle proprie 20, TJ esce in corsa sulla destra e “Goodbye TJ Pryor”, Touchdown dal 80 yards per il 42-26 che di fatto spaccherà le gambe agli avversari.
L’inerzia è definitivamente dalla parte dei nero-arancio, Bolzano forzata al Three-And-Out, Fake Punt ma lo Special Team non ci casca, Simone è braccato e lancia a vuoto e arriva l’intercetto di Paolo Ricchiuti, quindi palla Rhinos sulle 28 Giants.

Situazione di 3° e 8 e ci pensa sempre il #10, scramble sulla sinistra per il 1° down sulle 16 Giants, Nick corre per 5 yards, TJ lancia per Gabriele Arioli ed + 1st & Goal Rhinos a 4 yards dalla End-Zone sul finire del 3° quarto.
Al secondo snap del 4° periodo sarà TJ Pryor a realizzare la meta del 49-26 che di fatto segnerà la fine dell’incontro. Nel finale ci sarà gloria anche per Pietro Elmi, subentrato a TJ, il QB italiano si mangia 44 yards di corsa per fissare il punteggio sul 56-26 finale.

Le parole di coach Chris Ault

L’inizio è stato condizionato dalla nostra difesa che non ha giocato bene, avevamo l’opportunità di fare delle giocate ma non l’abbiamo fatte. TJ è una parte fondamentale del nostro attacco, è costruito attorno a lui, oggi volevamo lanciare di più ma la partita ci ha portato a correre, va bene così.

post

Div1 Playoffs 2017: Rhinos-Giants (Semifinale)

Smaltita l’amarezza della sconfitta all’EFL Bowl di Thonon i Rhinos Milano tornano in campo più carichi che mai nel remale dello scorso Italian Bowl, a Limbiate arrivano i Giants per la Semifinale dei Playoffs 2017.

SEMIFINALI

Rhinos Milano (10-0) Vs Giants Bolzano (7-3)

📆  Sabato 24/6 ⏰  18:00 🏟  C.S Limbiate (Milano)

Tempo di Playoffs, tempo dei semifinali e i Rhinos Milano sono pronti alla sfida, questo sabato esclusivamente al Centro Sportivo di Limbiate presso Via Tolstoi 84 a Milano (vedi mappa sotto) arriveranno i Giants Bolzano vincenti nel match di Wild Card contro i Lions Bergamo; i Giants sono stati la squadra più vicina a battere i Rhinos in questa stagione alla Week #5 tanto che a 2′ dalla fine comandavano di 3 punti prima che l’asse Pryor-Finadri entrasse in scena decidendo l’incontro in favore dei nero-arancio.

Il duo di WR Bonacci-Simone sarà il pericolo numero uno per la difesa Rhinos, pericolo innescato dal miglior QB della Prima Divisione quel Dustin Willingham che vanta 26 TD-Pass per 2336 yards, difesa nero-arancio che a sua volta vanta il miglior pacchetto di DB della Prima Divisione composto dal quadro Piloni-Della Vecchia-Morara-Roccotiello con 10 intercetti e 53 Passaggi deflettati.
Molta curiosità all’esordio casalingo del nuovo LB Dylan Bakker che alla sua prima uscita in maglia Rhinos ha registrato un Fumble coperto e pure un intercetto in quel di Roma contro i Marines.

In attacco coach Ault potrà contare su tutti i suoi ragazzi con Nick Ricciardulli pronto a partire dietro a TJ Pryor dal 1° snap, già 2 TD-Run alla sua prima, il duo Bonanno-Finadri vanta 12 TD (6 a testa) col #88 in grado di essere pericoloso sia da TE che da WR.

Chi uscirà vittoriosa dalla questa sfida affronterà la vincente della seconda semifinale tra Panthers Parma e Seamen Milano domenica presso lo Stadio Tardini di Parma.

MAPPA

La partita verrà trasmessa LIVE sul canale YouTUBE di FIDAF TV

🏈 Play-By-Play su @RhinosLiveMatch

post

I Rhinos cedono nel finale, EFL Bowl ai Black Panthers!

Si infrange su un 4° e inch il sogno europeo dei Rhinos Milano sconfitti di misura dai Black Panthers di Thonon che si aggiudicano il 4° EFL Bowl per 29-20.

EFL BOWL IV

Black Panthers Thonon Les Bains – Rhinos Milano 29-20
(7-3; 7-7; 0-0; 15-10)

RECAP

I Rhinos Milano vincono il Coin-Toss e decidono, come sempre, di calciare, il 1° drive dei francesi comincia dalle proprie 20 dopo un bel placcaggio di Della Vecchia su Breaker.
Subito al primo drive i Black Panthers vanno a segno, su 2° e 2 sulle 28 il RB Yepmo sfrutta bene i blocchi, esce sulla sinistra e corre per 62 yards arrivando al Touchdown del 7-0.
La risposta Rhinos arriva, Ricciardulli ritorna il Kick-Off fino alle proprie 44, passa da solo il 1° down sulle 40, poi ci pensa TJ con una corsa di 5 yards a chiudere un 3° e 5 sulle 27 dei francesci, ancora Nick per il 1° down Rhinos sulle 18 Black Panthers, la difesa locale però farà buon guardia forzando i rinoceronti al 4° e 9 dove si deciderà di calciare: Catalani calcia dalle 35 e va tra i pali per il 7-3.

La difesa Rhinos forza i Black Panthers al 4° e 4 sulle proprie 47, Thonon gioca e ha ragione, Poulos completa per #81 ed è 1° down sulle 29 Rhinos, ancora una volta i Black-Panthers sono costretti al 4° down e 5 sulle 25 Rhinos, decidono nuovamente di giocare e Yepmo si porta dietro 3 placcaggi prendendo il 1° down sulle 16 Rhinos; i padroni di casa troveranno la 2^ segnatura tanto per cambiare al 4th & Goal con una corsa del solito Yepmo per il 14-3.

I Rhinos stavolta vanno fino in fondo, 1° e 10 sulle 49 Black Panthers, TJ lancia per un solissimo Giacomo Bonanno che vola in End-Zone accorciando le distanze sul 14-0!
Begou ritorna il Kick-Off fino a metà campo ma una Flag (Pushing Back) contro i Black Panthers farà partire l’attacco dalle proprie 22, la OL dei francesi è un incubo per la difesa Rhinos, ogni gioco di corsa è un guadagno di oltre 5 yards, arrivano 35 yards dei milanesi ma la difesa nera-arancio stavolta si fa sentire, li forza ancora una volta al 4° down e 8 dopo un ottimo SACK su Poulos e stavolta i francesi optano per il punt, primo drive senza segnature.

Il Punt si Alexander è ottimo, TJ parte dalle proprie 5 e su 2° e 5 Pietro Elmi si inventa un pazzesca Catch in 3 tempi portando l’attacco sulle 44, TJ ha il braccio rovente e per centimetri Finadri non prende l’ovale del potenziale TD del sorpasso, i Rhinos sono forzati al 3° e 7 e TJ sotto pressione trova Bonanno per il 1° down sulle 36 francesi.
La serie successiva sarà condizionata da una FLAG contro i Rhinos (Holding) per un 1° e 20 ma non c’è problema, Pryor-To-Finadri e 1° down sulle 29 degli avversari con 75” da giocare.
TJ stavolta prende in contropiede la difesa, esce in corsa, prende il 1° down per il 1st & goal a 5 yards…ma al primo snap TJ si fa intercettare da Medou un End-Zone. Le squadre andranno al riposo sul 14-0 Black Panthers.

La ripresa si apre con i Rhinos a ritornare il Kick-Off con Nick che arriva fino alle proprie 40, TJ e Ricciardulli portano l’attacco sulle 28 dei Black Panthers, la difesa forza TJ al 4° e 10, si gioca ma Finadri non riesce nella catch e palla ai padroni di casa.
L’attacco Panthers non sfonda, per la quinta volta si va 4° e 3 sulle 49 Rhinos, giocano, corrono, ma NON passano!!! Palla sulle 45 Rhinos ma l’entusiasmo dura poco, 3° e 1 sulle 49 Thonon ma Nick viene fermato subito con perdita di 4 yards costringendo al Punt per la prima volta Storti, 1° e 10 Black Panthers sulle loro 10.
Anche i Black Panthers però non vanno lontano, Three-And-Out, Punt e palla Rhinos sulle 47 dei francesi dopo il Fair-Catch di Morara.

Ultimi 12’ dell’EFL Bowl, 1° down Rhinos sulle 35 degli avversari e TJ Pryor, al 1° snap, pesca tutto solo Tommaso Finadri per il Touchdown del sorpasso, Catalani va tra i pali ed è 14-17 Rhinos!
Thonon torna a ruggire, una FLAG per Pass-Interference su Alexander porta l’attacco nero sulle 35 dei Rhinos, Yepmo torna a macinare yards e arriva sulle 25, al 1° snap Poulos trova in End-Zone Morralet per il contro-sorpasso sul 21-17 con 9’58” da giocare.
I Rhinos non si demoralizzano, Finadri torna fino alle 40, subisce un placcaggio mentre esce dal campo, FLAG e 1° down nero-arancio sulle 38 BP; due corse di Nick valgono il 1° down sulle 26, poi ci pensa TJ in scramble per il 1st & Goal sulle 6, Nick corre ma si prende una FLAG facendo arretrare l’ovale sulle 17, TJ lancia per Arioli che non riesce a controllare l’ovale, 3rd & Goal sempre sulle 17.
TJ va in End-Zone per Bonanno ma è troppo lungo, 4th & Goal, Coach Ault non vuole rischiare manda in campo la FG Unit e Catalani non sbaglia, a 7’58” Rhinos sotto di 1 (21-20).
Kick-Off return per i Black Panthers con FLAG e 1° down dalle proprie 10, la difesa tiene dura e forza al Punt i padroni di casa, punt del QB direttamente fuori e attacco Rhinos che entra in campo sulle proprie 47.
La Dl Black Panthers pressa bene, TJ lancia due incompleti, 3/10 a 3’04”, corre TJ ma solo per 9, 4° e 1 con 2’39” sul cronometro!
Momento clou del match, palla a Nick che corre centralmente, viene fermato al limite….l’arbitro controlla e decreta che la palla NON ha passato il down, palla ai Black Panthers che segneranno con Betza il TD-Run che chiuderà la finale con tanto i conversione da 2 punti.

 

post

EFL Bowl 2017: Rhinos – Black Panthers

Dopo aver chiuso la Regular-Season per il secondo anno consecutivo 10-0 i Rhinos Milano sono chiamati a scrivere una pagina importante della loro storia, sabato a Thonon si giocheranno l’EFL Bowl a casa dei Black Panthers!

🏆FINALE🏆

Rhinos Milano Vs Black Panthers Thonon

📆  Sabato 10/6 ⏰  18:00 🏟  Stade Moynat (Thonon)

L’aver chiuso la Regular-Season imbattuti e al 1° posto ha consentito ai Rhinos di cominciare la loro corsa al titolo italiano direttamente dalle semifinali che si terranno il Week-End del 24/25 giugno, ma prima i rinoceronti sono chiamati ad un grande sfida; sabato questo a Thonon, presso lo Stade Moynat si contenderanno contro i Padroni di casa l’EFL Bowl!

Per i Rhinos si tratta della prima finale europea della storia e c’è, tra l’altro, anche un precedente doloroso legato ai Black-Panthers; infatti nell’ultima avventura dei Rhinos in Europa (2011) furono i francesi ad infrangere l’accesso alla fase finale ai meneghini. Rhinos che si presenteranno a Thonon col roster al completo (escluso Dylan Bakker in quanto non tesserato, ndr), Jeremiah Allison ah recuperato al 100% dopo l’infortunio a ginocchio rimediato nella Gara 2 contro i Dauphins, Samir El Negro e Nick Ricciardulli saranno della partita in quanto già tesserati prima dell’inizio della competizione.

Queste le parole del Presidente Alessio D’Ascenzo

Abbiamo lavorato molto bene nelle ultime due settimane e siamo sicuri che giocheremo al massimo sabato. Thonon è una grande squadra e sono sicuro che la battaglia sarà vinta nelle trincee. Se vogliamo vincere dovremo essere bravi nel controllare il cronometro e mettere il gioco sulla strada giusta, entrambe le squadre puntano molto sul gioco di corsa, quindi è un fattore chiave per tutte e due.

I Black Panthers hanno chiuso al 2° posto nel campionato Elitè con un record di 8-2 e giocheranno le semifinali contro i Cougars di Saint Ouen L’Aumone; il QB è l’USA Samuel Poulos, pericolo numero uno per la difesa nero-arancio il WR Jefferson Alexandre, da non sottovalutare il RB francese Andreas Betza. Il reparto difensivo invece ha nel duo Claudio Jacquin-Timothy Breaker l’anima con il LB USA vero dominatore della secondaria in Francia.

La partita potete seguirla in STREAMING CLICCANDO QUI

🏈 Play-By-Play su @RhinosLiveMatch

post

Rhinos 61 ai Marines ed è ancora 10-0!

I Rhinos Milano chiudono col Season-High di punti realizzati (61) nell’ultima di Regular-Season chiudendola per il 2° anno consecutivo da imbattuti (10-0), 4 Touchdown per David Gogat, 2 per il rientrante Nick Ricciardulli.

Marines Lazio – Rhinos Milano 0-61
(0-20; 0-20; 0-21)

RECAP

Secondo viaggio nella Capitale e secondo trionfo per i Rhinos Milano che archiviano senza problemi i Marines Lazio, protagonista del match David Gogat con 4 TD, bene Nick al suo rientro e anche Dylan Bakker con un intercetto.
Inizio fulmineo per i Rhinos, forzano al Three-And-Out l’attacco dei Marines guidato dalla Safety Stephen Peyton e al 1° dive Pryor-Arioli costruiscono arrivando fino alle 19 dei Marines, TJ riceve lo snap e vola in End-Zone per il 7-0.
Drive successivo dei laziali, Sack di Edo Colombo e poi intercetto di Arturo Morara con ritorno fino alle 15 laziali. Stavolta la segnatura arriverà per mano di David Gogat con una corsa da 1 yards su 1st & Goal, Catalani sbaglia ed è 13-0.
I Rhinos non si fermano più, situazione di 3° e 3 sulle 38 Marines, corre Bussoletti ma dopo il placcaggio perde l’ovale dopo il placcaggio di Dylan, Fumble ricoperto da Carlo Raco che lo riporterà fino alle 25 Marines. Stavolta TJ e il suo attacco sono forzati ad un 2° e 18 dopo un Holding, orima un lancio per 15 yards per Finadri e poi una corsa di Gogat per il 1° down sulle 9 dei padroni di casa. Primo snap, Tj esce sulla destra e lancia per Giacomo Bonanno, Catalani non sbaglia ed è 20-0!

I Marines salgono arrivando sulle 40 Rhinos grazie ad una spettacolare catch di Michitti che strappa l’intercetto dalle mani di Piloni ma la serie successiva risulterà in un Three-And-Out. Il momento è arrivato, coach Ault lancia Nick Ricciardulli e lui non delude: prime due corse per arrivare sulle 38 Marines, poi, su 4° e 5 riesce per un soffio a prendere il 1° down sulle 23 degli avversari, nuova corsa per il 1st & Goal sulle 6 e poi Touchdown per il 27-0.
I rinoceronti non si fermano, Touchback e al primo lanci Dylan Bakker si iscrive con l’intercetto fino alle 2 yards (Holding su ritorno e 1° e 10 sulle 24 Marines.
Torna in scena Nick “The Fury”, fa tutto lui compreso il Touchdown da 6 yards al 1st & Goal per il 34-0.
Nel finale del primo tempo Nick regala un’altra sfuriata delle sue, 3° e 10 sulle proprie 38, sfonda tutti i placcaggi e arriverà fino al 1st & Goal sulle 3 yards, al 2° tentativo ci penserà David Gogat a consegnare l’ovale in End-Zone per il suo 2° TD giornaliero e per il 40-0, punteggio col quale le squadre andranno negli spogliatoi.

La partita di fatto non avrà più nulla da dire, in apertura di ripresa David Gogat piazza due corse con la seconda da 27 yards per il Touchdown ne 47-0, sul drive successivo FUMBLE Marines coperto da Giovanni Nsoa, dal recupero arriverà il 4° TD di giornata di David Gogat per il 54-0.
Ci sarà gloria anche per Pietro Elmi, entrato a sostituire Pryor al suo 1° drive esce in scramble sulle 17 dei Marines per il TD de 61-0 finale.

I rinoceronti di coach Ault adesso sono attesi dalla finale EFL in quel di Thonon contro i Black Panthers, una settimana di riposo e poi la semifinale dei Playoffs di Prima Divisione il 24 giungo* in casa contro la vincente tra Giants e Lions.

*data soggetta a variazioni