USA: primo straniero per i Rhinos 2012

Ufficio Stampa Rhinos Milano Prima Divisione

Presentato alla squadra Travis Shelton, il primo straniero dei Rhinos Milano per la stagione 2012. Un predestinato a giocare a football visto i tre importanti cugini di primo grado: Devin Hester (DB dei Chicago Bears), Jervis Herring (DB dei New England Patriots) e Andra Davis (LB dei Buffalo Bills). Anche lui ha tentato la via del professionismo dopo aver finito la sua carriera al college di Temple, dove tuttora detiene il record per yard riportate in una stagione di college (2’500 yard). Alle combine della NFL ha realizzato l’incredibile tempo di 4.27 sulle 40 yard.

Preso come Free Agent nel 2009 dai Denver Broncos, ha fatto tutta  la pre-season per poi essere tagliato all’ultimo giro prima dell’inizio del campionato, quando le squadre NFL devono congelare il roster per la stagione. Grandissima velocità e capacità di riportare palloni lo rendono un pericoloso avversario sia come ricevitore sia come ritornatore.
Nel 2008 è stato il miglior ritornatore di tutta la NCAA con una media di 31 yard a portata.

Ci ha rilasciato una intervista in attesa del suo arrivo previsto prima dell’inizio del campionato IFL del 2012.
“Prima di tutto voglio ringraziare Dio per avermi dato questa possibilità di giocare ancora a football e per giunta di farlo fuori dagli Stati Uniti, mia mamma mi diceva sempre di vedere il mondo ed eccomi qui, venendo a Milano per questa nuova avventura sono certo di fare una grande esperienza”.

Cosa ti aspetti da questa esperienza?
Beh,  mi aspetto prima di tutto di imparare dai miei nuovi allenatori e dallo staff,  e dimostrare chi sono e di cosa sono capace. Dopo di che vorrei girare l’Italia e l’Europa per conoscere altre culture durante il mio tempo libero. Attendo con trepidazione l’inizio di questa esperienza, ho ottime sensazioni a riguardo.

Sai qualcosa del football italiano?
Sì, ho parlato a lungo con Alessio D’Ascenzo e con il coach su come si gioca qui in Europa e sul livello che troverò. Entrambi sono certi che potrò portare un grosso contributo, per cui non vedo l’ora di scendere in campo, già adesso, mentre sto rispondendo a questa domanda, mi viene voglia di indossare le scarpe e scendere in campo!

Che ricordi hai del periodo del college?
Mi manca molto, essere un Owl (Temple) nonostante gli alti e i bassi, ha significato molto. Quello che mi manca di più sono le emozioni sotto al tunnel prima dell’ingresso in campo. Lì eravamo solo io, i miei compagni di squadra e gli allenatori, pronti a dare battaglia, chiunque fosse il nostro avversario; in attesa che calciassero la palla su di me. Gli altri ragazzi avevano fiducia in me ed io in loro e sapevo ad ogni portata di poter cambiare la partita.

Hai alcuni cugini piuttosto famosi in NFL, cosa significa?
Devin Hester è un grande giocatore ed è una persona umile, è stato un esempio per me. Avere un cugino come Andra Davis è altrettanto bello, per me lui è stato come un fratello maggiore che ti incita sempre per vederti fare meglio di prima. In sostanza sono stato davvero fortunato ad avere così tante persone speciali da guardare e imitare.

Hai letto il libro di Grishman “Il professionista”?
Ho iniziato a leggerlo recentemente quando ho firmato per i Rhinos e mi piace molto!
Adesso attendo solo il momento di arrivare a Milano per conoscere tutti imiei nuovi compagni di squadra e realizzare grandi cose tutti assieme.